Giovedì 17 Gennaio 2019
Giovedì

17
Gennaio 2019

Citazione:

È più facile giudicare l'ingegno di un uomo dalle sue domande che non dalle sue risposte. (Pierre-Marc-Gaston de Lévis)

Sant' Antonio Abate


Coma, Egitto, 250 ca. – Tebaide (Alto Egitto), 17 gennaio 356

Antonio abate è uno dei più illustri eremiti della storia della Chiesa.
Nato a Coma, nel cuore dell'Egitto, intorno al 250, a vent'anni abbandonò ogni cosa per vivere dapprima in una plaga deserta e poi sulle rive del Mar Rosso, dove condusse vita anacoretica per più di 80 anni: morì, infatti, ultracentenario nel 356.

Già in vita accorrevano da lui, attratti dalla fama di santità, pellegrini e bisognosi di tutto l'Oriente.
Anche Costantino e i suoi figli ne cercarono il consiglio. La sua vicenda è raccontata da un discepolo, sant'Atanasio, che contribuì a farne conoscere l'esempio in tutta la Chiesa.

Per due volte lasciò il suo romitaggio.
La prima per confortare i cristiani di Alessandria perseguitati da Massimino Daia. La seconda, su invito di Atanasio, per esortarli alla fedeltà verso il Conciliio di Nicea.

Nell'iconografia è raffigurato circondato da donne procaci (simbolo delle tentazioni) o animali domestici (come il maiale), di cui è popolare protettore.
 

Quizzando:

Il più alto ponte del mondo dove si trova?


Soluzione al quiz di ieri:

Quante sono le Winx, le fatine dei cartoni animati?
R: 7

Oggi avvenne:


1966: Un bombardiere B-52 si scontra con un aereo da rifornimento KC-135 sui cieli della Spagna, sganciando tre bombe all'idrogeno da 70-kilotoni nei pressi della cittadina di Palomares e in mare.
Nessuna di queste è esplosa, ma rimane uno dei più grandi rischi nucleari occorso in tempo di pace.
 


"Alle prime luci dell'alba le campagne intorno a Rouen, dopo una settimana di pioggia, avevano una lucentezza di smalto. Anne Bacon strofinava l'uno contro l'altro, tentando di scaldare le dita gelate. Aveva i brividi in tutto il corpo e le labbra secche. Avrebbe bevuto volentieri un po' d'acqua, ma si sentiva troppo debole per sollevarsi dal letto. Provò a girarsi sul fianco. Se Eliza non era ancora arrivata con una tazza di tè, doveva essere ancora molto presto.
Erano stti i brividi a svegliarla. Per riprendere sonno, la cosa migliore era concentrarsi su un pensiero semplice, cucire un'asola oppure lucidarsi le unghie finchè non brillavano come bottoni di madreperla..."

Incipit di "Il rumore del mondo"
Autrice: Benedetta Cibrario






 
Oggi 17 Gennaio
Ieri 16 Gennaio
15 Gennaio
14 Gennaio
13 Gennaio
12 Gennaio
11 Gennaio
10 Gennaio

Iscrivi alla newsletter di Almanaccodioggi.it