Mercoledì 22 Agosto 2018
Domenica

10
Giugno 2018

Pensiero:

Più tengono a memoria gli uomini le ingiurie che e' benefici; anzi quando pure si ricordano del beneficio, lo reputano minore che in fatto non fu, persuadendosi meritare più che non meritano; el contrario si fa dell'ingiuria. (Francesco Guicciardini)

Beata Diana degli Andalò Vergine

Bologna, 1200 circa - 10 giugno 1236

Nacque a Bologna verso il 1200. Ammiratrice dei primi Predicatori, appoggiò il beato Reginaldo di Orléans, uno dei padri predicatori mandati da san Domenico a Bologna, nella compera della località di Vigne, contigua alla chiesa di San Nicolò, la futura chiesa di san Domenico.
L'atto porta la data del 14 marzo 1219.

Quando nell'agosto dello stesso anno san Domenico andò a Bologna, Diana, con altre giovani dame, fece nelle sue mani il voto di vita religiosa.
L'anno dopo chiese a san Domenico di poter fondare un monastero. Si decise così l'acquisto di un terreno a tale scopo alla periferia della città, ma il vescovo negò la sua autorizzazione.

Il 22 luglio 1221 Diana entrò nel monastero delle Canonichesse di Ronzano, ma ne fu strappata dai parenti con la violenza; nel trambusto, la ragazza ebbe una costola rotta. San Domenico la consolò con lettere, oggi perdute. Poté tuttavia tornare a Ronzano, dove dimorò fino al giugno 1223.
Dopo che il beato Giordano di Sassonia, successore di san Domenico, ebbe fondato il monastero di Sant'Agnese, Diana vi vestì l'abito dell'Ordine e ne fu eletta superiora.
Morì nel 1236.
 

Quizzando:

Che cosa è il phubbing?


Soluzione al quiz di ieri:

Come si chiama il cavallo di Don Chisciotte?

R: Ronzinante

Oggi avvenne:


1924: Giacomo Matteotti viene ucciso a Roma da sicari fascisti



La bella stagione è sinonimo di divertimento e giochi all’aperto: ecco qualche esempio che permetterà a tutta la famiglia di potersi divertire passando una giornata in giardino, al parco o in altri luoghi meravigliosi all’aria aperta.

La corsa a tre gambe
Se organizzate una giornata al parco con un gran numero di persone, uno dei giochi all’aperto più divertenti da fare è quello della corsa a tre gambe. Le persone devono dividersi in coppie e legare la gamba sinistra con quella destra del compagno: entrambi dovranno quindi coordinare i propri movimenti per poter vincere la gara. Il tracciato non deve essere lungo ed è consigliato correre in un parco o al mare, o comunque evitare luoghi dove vi sono spuntoni o pericoli per il proprio corpo.

Il gioco dei palloni d’acqua
Altro gioco all’aperto molto interessante che coinvolge amici e famiglia, è quello dei palloni d’acqua.
Ogni persona che parteciperà a questo gioco deve avere, legato alla parte esterna della gamba, un pallone contenente acqua. Lo scopo del gioco è quello di correre e far scoppiare il pallone dei propri avversari: vince chi riesce ad evitare che il suo pallone venga fatto esplodere.

Uno, due, tre… stella!
Gioco classico che, all’aria aperta, potrebbe far divertire tutte la famiglia: i partecipanti iniziano la corsa dallo stesso punto, mentre chi conta dovrà stare con le spalle rivolte verso i partecipanti.
Questa persona deve contare fino al due, sostituendo il quattro col termine “stella”: proprio in questo preciso momento, dovrà girarsi e vedere se c’è qualche giocatore che continua a muoversi.
Chi compie una qualsiasi azione, ovvero non rimane immobile, verrà eliminato dal gioco: vince colui che raggiunge il traguardo senza farsi eliminare.

Schiaccia sette
Questo gioco è adatto soprattutto per coloro che si recano numerosi in spiaggia e deve essere effettuato in acqua. I componenti del gioco si dispongono in cerchio e iniziano a palleggiare col pallone: ogni passaggio deve essere scandito a voce alta. Quando si arriva al sei, il settimo palleggio deve trasformarsi in una schiacciata, ovviamente non troppo potente, rivolta verso uno dei componenti del gioco.
Chi viene colpito verrà eliminato, mentre chi riesce a bloccare la palla con le mani farà eliminare colui che ha tentato il settimo colpo. Vince chi riesce a sopravvivere a tutte le eliminazioni.

Il gioco della corsa coi palloni
Perfetto per i giochi all’aria aperta: bisogna tracciare un percorso e gonfiare dei palloncini. Per far percorrere ad essi il percorso, bisognerà soffiare verso il palloncino e cercare di fargli percorrere il tragitto, senza uscire fuori strada e senza usare le mani. Vince riesce a concludere per primo il tragitto senza imbrogliare.
 







 
Oggi 22 Agosto
Ieri 21 Agosto
20 Agosto
19 Agosto
18 Agosto
17 Agosto
16 Agosto
15 Agosto

Iscrivi alla newsletter di Almanaccodioggi.it