Mercoledì 24 Ottobre 2018
Venerdì

8
Giugno 2018

Pensiero:

Educa sempre il tuo spirito e non smettere mai di imparare: la vita senza cultura è un'immagine della morte. (Catone)

San Vittorino Eremita


La vita di San Vittorino è strettamente legata a quella del fratello San Severino. Come lui, infatti, per essere perfetto seguì l'invito di Cristo e vendette tutto ciò che possedeva per distribuire il ricavato ai poveri.

Per darsi completamente a Dio ed isolarsi maggiormente dal mondo, lasciò dopo qualche anno il fratello e si rifugiò alle grotte di Sant'Eustachio, dove poi sorgerà un eremo benedettino, quindi sui monti di Pioraco (MC).
Vittima di forti tentazioni, si impose una dura e dolorosa penitenza: fece penzolare il suo corpo ad un albero con le mani strette fra due rami finché il fratello non andò a liberarlo.

Quando morì, nel 538, gli abitanti di Pioraco raccolsero con grande venerazione le sue spoglie, gli dedicarono la loro chiesa e lo elessero a patrono della loro città. La sua immagine che fregiava lo stemma di quel comune, nel 1878 venne sostituita da un gambero rampante.
La sua festa cade l'8 giugno.

Quizzando:

L'Adige è un affluente di destra o di sinistra del Po?



Soluzione al quiz di ieri:

Di quale antica popolazione fu re Attila?

R: Unni

Oggi avvenne:


1987: nasce il Telefono Azzurro.


Sentiero del Ponale

Risultati immagini per ponale riva del garda mtb

La Strada del Ponale offre una vista spettacolare sul Benaco.
Trasformata in sentiero pedonale e ciclabile, è una delle attrazioni del Garda trentino, ideale per passeggiate ed escursioni primaverili ed autunnali.

Il sentiero del Ponale collega Riva del Garda alla valle di Ledro. La strada, scavata nella roccia nella seconda metà del 1800, è stata dismessa dopo la realizzazione della galleria vent’anni fa. Dal 2004 è stata trasformata in sentiero, dove è permesso transitare anche con le biciclette. Per le sue caratteristiche ambientali e storiche è uno dei più belli e conosciuti sentieri europei.


Partiamo nel centro di Riva del Garda e seguiamo la costa, passando davanti alla storica centrale idroelettrica. Dopo meno di un km, attraversiamo la strada Gardesana occidentale, seguendo il segnavia D01 in direzione Ledro. Lasciamo dietro di noi l’asfalto e ci troviamo già in mezzo al bellissimo percorso panoramico del Ponale, che si aggrappa alle pareti di roccia, a tratti perforandole con piccole gallerie.

Dopo due km di leggera salita, la strada curva verso destra, sopra la baia dello sbocco della Valle di Ledro. Qui si separa il percorso per le mountain bike e quello a piedi. Attraversiamo un ponte e poco dopo il segnavia indica una scalinata che conduce verso una strada forestale. Entriamo nella Val di Ledro, e dopo un breve pezzo su asfalto (strada di Pregasina) bypassiamo il paesino di Biacesa. Poi, il percorso a piedi si riunisce a quello ciclabile, entriamo nel centro di Prè di Ledro, e siamo già sulla salita che ci potra prima a Molina e poi al bellissimo Lago di Ledro, dove il museo delle Palafitte espone i reperti archeologici del noto insediamento preistorico.

Punto di partenza: Riva del Garda
Segnavia: D 01, Via del Ponale, Ledro
Lunghezza del percorso: circa 9,5 km
Tempo di percorrenza: circa 3 ore
Dislivello: circa 665 m
Altitudine: tra 80 e 750 m s.l.m.
Ideale per primavera e autunno, da evitare nei giorni più caldi d’estate.







 
Oggi 24 Ottobre
Ieri 23 Ottobre
22 Ottobre
21 Ottobre
20 Ottobre
19 Ottobre
18 Ottobre
17 Ottobre

Iscrivi alla newsletter di Almanaccodioggi.it