Mercoledì 24 Ottobre 2018
Mercoledì

1
Agosto 2018

Massima:

 Vivere è come amare: tutte le ragioni sono contro, tutti i sani istinti sono a favore. (Samuel Butler)

Sant' Alfonso Maria de' Liguori Vescovo e dottore della Chiesa

Napoli, 1696 - Nocera de' Pagani, Salerno, 1 agosto 1787

Nasce a Napoli il 27 settembre 1696 da genitori appartenenti alla nobiltà cittadina. Studia filosofia e diritto. Dopo alcuni anni di avvocatura, decide di dedicarsi interamente al Signore.
Ordinato prete nel 1726, Alfonso Maria dedica quasi tutto il suo tempo e e il suo ministero agli abitanti dei quartieri più poveri della Napoli settecentesca.

Mentre si prepara per un futuro impegno missionario in Oriente, prosegue l'attività di predicatore e confessore e, due o tre volte all'anno, prende parte alle missioni nei paesi all'interno del regno.

Nel maggio del 1730, in un momento di forzato riposo, incontra i pastori delle montagne di Amalfi e, constatando il loro profondo abbandono umano e religioso, sente la necessità di rimediare ad una situazione che lo scandalizza sia come pastore che come uomo colto del secolo dei lumi.
Lascia Napoli e con alcuni compagni, sotto la guida del vescovo di Castellammare di Stabia, fonda la Congregazione del SS. Salvatore.

Intorno al 1760 viene nominato vescovo di Sant'Agata, e governa la sua diocesi con dedizione, fino alla morte, avvenuta il 1 agosto del 1787.
 

Quizzando:

Chi chiamò l'ltalia «il bel paese che Appennin parte, il mar circonda e I Alpe»?


Soluzione al quiz di ieri:

Qual è l'opera lirica ambientata in un fiabesco Egitto, la quale si pare con un giovane principe inseguitp da un serpente e si conclude nel Tempio del Sole?
R: Il Flauto Magico di Mozart

Oggi avvenne:


2005: in tutta l’Unione Europea entra in vigore il divieto di pubblicizzare il tabacco in radio, televisione, carta stampata e Internet.



Un professore universitario stanco del proprio lavoro intellettuale decide di passare le vacanze in una fattoria.
In cambio dell'alloggio farà qualche lavoro manuale.

Il primo giorno il contadino chiede al professore di svuotare il letame in fondo alla stalla e di spargerlo sul campo dietro la fattoria.
Alla sera quando il contadino ritorna dai campi trova con grande meraviglia il lavoro già fatto.

Il giorno dopo il contadino chiede al professore di raccogliere e contare tutte le balle di fieno presenti nel terreno.
Alla fine della giornata quando il contadino torna dai campi trova il lavoro perfettamente eseguito.

Il terzo giorno il contadino, vergognandosi del lavoro pesante proposto al professore nei giorni precedenti, gli chiede di dividere le mele grosse dalle mele piccole e di scartare le mele marce.

Quando il contadino alla sera ritorna dai campi, con grande meraviglia, vede che nulla è stato fatto e il professore con in mano una mela che dice:
- "E' piccola o grossa?".

Morale: per spargere merda o per contar balle tutti son capaci, ma quando si tratta di prendere una decisione...






 
Oggi 24 Ottobre
Ieri 23 Ottobre
22 Ottobre
21 Ottobre
20 Ottobre
19 Ottobre
18 Ottobre
17 Ottobre

Iscrivi alla newsletter di Almanaccodioggi.it